HERBARIUM ANCONITANUM - ANC...

....il  nuovo erbario dell'Università Politecnica delle Marche.

 

a cura di Fabio Taffetani

Dipartimento di Scienze Ambientali e delle Produzioni Vegetali

Università Politecnica delle Marche - Ancona

 

 

L’Erbario dell’Università di Ancona viene costituito nel 1988 e nel maggio del 1996 ottiene il riconoscimento internazionale dell’ Index Herbariorum con l’attribuzione dell’acronimo ANC. La sede dell’erbario è stata recentemente trasferita in una nuova struttura indipendente all’interno del Polo universitario di Monte d’Ago a partire dalla sede provvisoria situata presso il Dipartimento di Scienze Ambientali e Produzioni Vegetali dell’Università Politecnica delle Marche di Ancona.

 

Vista dell’esterno, della scala interna e dettaglio degli armadi mobili ove sono sistemati i campioni d’erbario

 

Nella struttura definitiva sono previste le seguenti sezioni: camera fredda per la conservazione dei campioni d’erbario; laboratorio per il riconoscimento e la preparazione dei campioni freschi, laboratorio per la catalogazione, informatizzazione e revisione dei campioni essiccati; laboratorio di preparazione, catalogazione e conservazione del germoplasma.

 

CATALOGAZIONE

La catalogazione dei campioni d’erbario viene realizzata attraverso un data-base (File Maker), inizialmente esclusivo per la piattaforma Macintosh, successivamente sviluppato anche in ambiente Windows ed ora completamente gestito e consultabile via internet (vedi consultazione in rete AnArchive). Il programma è stato autonomamente predisposto ed adattato alle esigenze locali ed è in grado di assolvere al ruolo di programma dedicato, con possibilità di catalogazione, consultazione, revisione, controllo degli scambi e stampa dei cartellini d’erbario.

Attualmente risultano raccolti oltre 36.000 campioni d’erbario di piante superiori, dei quali la metà (18.200) sono già stati informatizzati.

 

Andamento della catalogazione dall’inizio catalogazione informatizzata, anno 1992

 

PROVENIENZA GEOGRAFICA - ITALIA

Dal punto di vista dell’origine geografica dei campioni informatizzati, la stragrande maggioranza proviene dal territorio italiano (13.270), all’interno del quale la regione di maggiormente rappresentata è data dalle Marche (7.079 campioni).

 

Regione

Sigla

Numero

 

Provincia

Sigla

Numero

Abruzzo

AB

860

 

Ancona

AN

3359

Calabria

CL

69

 

Ascoli Piceno

AP

1439

Campania

CM

133

 

Macerata

MC

2536

Emilia-Romagna

EM

1777

 

Pesaro-Urbino

PU

1626

Friuli Venezia Giulia

FR

201

 

Totale

 

8960

Lazio

LZ

211

 

 

 

 

Liguria

LG

190

 

 

 

 

Marche

MR

9079

 

 

 

 

Molise

ML

47

 

 

 

 

Piemonte

PM

227

 

 

 

 

Puglia

PG

447

 

 

 

 

Sardegna

SR

1091

 

 

 

 

Sicilia

SC

373

 

 

 

 

Toscana

TS

230

 

 

 

 

Trentino Alto Adige

TR

175

 

 

 

 

Umbria

UM

915

 

 

 

 

Valle d'Aosta

VL

10

 

 

 

 

Veneto

VN

245

 

 

 

 

Totale

 

13270

 

 

 

 

Provenienza geografica: regioni italiane (a sinistra) e province marchigiane (a destra) dei campioni informatizzati

 

PROVENIENZA GEOGRAFICA - ESTERO

Più esiguo ma assai interessante è il numero di campioni provenienti da stati esteri (2.818) tra i quali si possono ricordare (in ordine di consistenza numerica): Spagna (con particolare riguardo al territorio delle Isole Canarie), Portogallo, Francia, Germania, Danimarca, Polonia, Slovenia, Croazia, Romania, Svezia, Stati Uniti (in particolare Florida), Marocco e Tunisia.

 

ERBARIO PAOLUCCI

Si tratta di una erbario storico della prima metà dell’800 costituito da circa 3000 campioni, in buono stato di conservazione, sulla base del quale è stata realizzata la Flora Marchigiana (Paolucci, 1890), che costituisce il primo, ma ancora, purtroppo, unico compendio completo delle fanerofite marchigiane. La Provincia di Ancona, che conserva la raccolta presso il Museo Paolucci ad Offagna (AN), ha recentemente affidato lo studio, la revisione e la catalogazione all’Erbario dell’Università Politecnica delle Marche.

 

ERBARIO FICOLOGICO

Una interessante raccolta di circa 400 campioni di alghe marine raccolti dal Prof. Attilio Solazzi in varie zone del Mediterraneo, con particolare attenzione alla flora ficologica del Mare Adriatico.

 

ERBARIO MICOLOGICO

Raccolta di sezioni essiccate di corpi fruttiferi di macrofunghi da parte delle associazioni micologiche marchigiane, utilizzate per la descrizione di nuovi taxa fungini e per il confronto morfologico degli sporofori e per l’osservazione delle spore.

 

CONSULTAZIONE

Attualmente l’erbario non è visitabile in quanto sono ancora in corso i lavori di trasloco e di climatizzazione della nuova struttura. Tuttavia è possibile la consultazione dei materiali d’erbario e del data-base che permette numerose possibilità di richiesta e di estrazione dei dati, sia con forme semplici (su singoli campi) che in modo complesso (su campi incrociati, con formule numeriche e/o logiche).

 

ERBARIO VIRTUALE IN RETE

E’ iniziata la realizzazione di un catalogo di immagini digitali dei campioni d’erbario grazie ad una sistema di acquisizione ed elaborazione immagini (fotocamera digitale reflex Nikon, programma Arkon).

Mentre è già attiva la condivisione in rete dei dati d’erbario grazie ad un sistema avanzato di rete informatizzata realizzato in collaborazione con le Università di Perugia e di Siena.

 

Videata di accesso del programma anArchive

 

Il progetto AnArchive si sviluppa alla luce delle acquisizioni tecnologiche degli ultimi dieci anni: la diffusione capillare della connettività di rete, che permette di mantenere le informazioni su un server centrale lavorando in remoto, la disponibilità in rete di prodotti e linguaggi accessibili a qualsiasi utente senza alcun costo (open source). Questo sistema permette di integrare le informazioni sulla flora e vegetazione italiana in unica struttura informativa in grado di descrivere le comunità vegetali e le collezioni di erbario. Il database, infatti, è accessibile via internet e consente alle istituzioni che ne facciano richiesta di inserire e consultare i dati relativi a collezioni di erbario, studi fitosociologici e cartografia floristica.